Studio Viale Massofisioterapista

22/10/2012 LO STRETCHING ALLUNGA... LA VITA

La vita di ogni singolo individuo è una continua somma di contrazioni muscolari.
Scrivere tale articolo o semplicemente leggerlo ha già inteso un complesso schema motorio nel quale numerosi muscoli sono chiamati a compiere una determinata azione.
I muscoli sono gli effettivi esecutori del movimento: anche il più semplice.
Ogni movimento è frutto di contrazioni, ovviamente di diverso genere, ma pur sempre contrazioni.

Per ‘contrazione’ si vuole intendere un accorciamento del tessuto muscolare che avvicina due o più capi ossei. L’insieme dei muscoli e delle ossa (e non solo) costituisce un’articolazione. Un’articolazione è paragonabile alla cerniera di una porta: se la cerniera è troppo molle la porta sbatte, se la cerniera è troppo dura la porta cigola.

La maggior parte delle sintomatologie dolorose del sistema muscolo tendineo comprende contrazioni permanenti che impediscono la piena libertà di movimento alle articolazioni.
I muscoli ‘liberi’, capaci di contrarsi e soprattutto di rilassarsi all’occorrenza, rendono al corpo il beneficio del benessere, allontanano la possibilità di limitazioni articolari che sono il campanello del dolore, migliorano la prestazione sportiva o il gesto atletico, inibiscono il fastidio in agguato.

Quindi come possiamo fare un bel regalo al nostro corpo? Semplice: STRETCHING

Eseguire semplici e costanti esercizi di allungamento quotidianamente allunga la vita delle nostre articolazioni. 
Sono sufficienti quattro minuti e mezzo al dì per donare una funzione più efficace e indolore al nostro caro amato unico corpo.

A cura di LV