Studio Viale Massofisioterapista

06/12/2012 CORSO PRALD: anca e cingolo pelvico

Anca e cingolo pelvico:
approccio pratico contro la sintomatologia dolorosa con il metodo PRALD.

Docente del corso: prof. Gavino Scanu

Torino, 19-20 Gennaio 2013

Corso rivolto a medici, massofisioterapisti, fisioterapisti, massaggiatori sportivi.
Corso patrocinato dall'AIMS - associazione italiana massaggiatori sportivi -

Per info dettagliate scaricare l'allegato e compilare il form nella pagina contatti specificando CORSO PRALD

 

Prof. Gavino Scanu

  • Osteopata
  • Fisioterapista
  • Specialista in Scienza della Riabilitazione 
  • Docente di “Tecniche di Manipolazione”  al Master di Perfezionamento in Medicina Estetica, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Facoltà di Medicina e Chirurgia

 

Il  P.R.A.L.D. è una metodica innovativa che nasce dall’intuizione di due professionisti impegnati nel campo della riabilitazione funzionale, il prof. Gianluigi Bertuzzi, medico e docente universitario, ed il prof. Gavino Scanu, fisioterapista, osteopata e docente universitario.

L’esecuzione del P.R.A.L.D. si divide in 3 momenti:

  1. STIMOLAZIONE RIFLESSOGENA CONNETTIVALE
    Stimolazione dell’unità motrice (motoneurone – fibra nervosa motrice – plotone di fibre muscolari striate) attraverso la stimolazione dei propriocettori generali (corpuscoli del Golgi a livello tendineo, fusi muscolari a livello del muscolo, corpuscoli del Pacini a livello del tessuto connettivo profondo e delle articolazioni) per  ripristinare le attività fasiche, motrici, toniche  o posturali, di quei muscoli interessati dalla contrazione o dallo stiramento e identificati nella valutazione.
  2. STIMOLAZIONE TRIGGER POINT MIOFASCIALE
    Stimolazione delle fibre muscolari striate interessate dalla contrazione ipertonica responsabile del disequilibrio posturale. Tali fibre sono predisposte a dare una risposta ottimale attraverso la stimolazione dei propriocettori generali.
  3. STIMOLAZIONE del SISTEMA VENO – LINFATICO E DRENAGGIO MANUALE
    Stimolazione del sistema immunitario e del sistema  di smaltimento linfatico, entrambi posti, attraverso l’attuazione dei due precedenti momenti, nelle condizioni ottimali per una risposta rapida, energica e duratura.
    La finalità di tale metodologia è stimolare diverse strutture dell’organismo secondo una consequenzialità logica e funzionale, seguendo un criterio globale e non settoriale.

 

Il P.R.A.L.D. è indicato per  disturbi funzionali dell’apparato muscolo-scheletrico, veno-linfatico e neurovegetativo, ma trova ottima applicazione anche nelle disfunzioni di altri apparati.